Il primato della geografia

Il 1843, l’anno al quale stiamo dedicando gli ultimi articoli, è importante per la diffusione di Kant in Italia, ma fondamentale anche per la filosofia italiana in generale, perché è l’anno in cui fa la comparsa Del primato morale e civile degli italiani di Vincenzo Gioberti, all’epoca esule a Bruxelles. Il primato dell’Italia, dice Gioberti, deriva dalla sua posizione geografica, che la rende simile all’India e che favorisce lo sviluppo della civiltà: la geografia fisica diventa base di una considerazione geo-politica più ampia.

Leggi tuttoIl primato della geografia

Geografia e antropologia

Nel 1843, cioè trentasei anni dopo l’uscita del primo volume della Geografia fisica, l’editore milanese Giovanni Silvestri dà alle stampe un ausilio all’opera di Kant che Augusto Eckerlin aveva tradotto e pubblicato per lui tra il 1807 e il 1881 in sei volumi.

Leggi tuttoGeografia e antropologia

Kant e il terremoto di Messina

Giuseppe Lombardo Radice

Giuseppe Lombardo Radice (1879-1938) è noto per il suo progetto della scuola serena, un modello fondato sullo sviluppo spontaneo e tranquillo delle potenzialità spirituali del bambino. Nel primo governo Mussolini affiancò Gentile nella riforma dell’istruzione dedicandosi in particolare alla scuola elementare. Ed è in questa veste che parla di fanciullo poeta e rivendica per i bambini la schietta poesia, la ingenua ricerca del vero, il rapimento nella contemplazione dei quadri luminosi dell’arte e della vita. Questa serenità, questo rapimento che intendeva istillare nei bambini, non l’accompagnò nel corso della tormentata traduzione della Critica della ragione pura apparsa presso Laterza a Bari nel 1910.

Leggi tuttoKant e il terremoto di Messina

la longevità tra ricerca della felicità e igiene mentale

 

L'arte di prolungare la vita umana

Luigi Careno, che era medico pratico a Vienna, pubblica nel 1799 i due volumi della Macrobiotica di Christoph Wilhelm Hufeland.

Hufeland è il medico che chiese a Kant di esporgli i motivi della sua longevità, dando così origine allo scritto Del potere dello spirito.

L’arte di prolungare la vita umana è una raccolta di lezioni divise in due parti: la parte teoretica e la parte pratica. In quella teoretica si dice a un certo punto:

Anche in questi moderni tempi i filosofi seppero conservarsi questa prerogativa, ed i più grandi e profondi osservatori sembra che godano con ciò un vantaggio maggiore di quello che si ritrae da’ piaceri intellettuali […]; ed anche al dì d’oggi il celebre filosofo Kant pretende sostenere, che la filosofia non solo contribuisce alla conservazione della vita, ma che può essere eziandio la più fida compagna della vecchiaja, e la sorgente inesauribile della felicità per se, e per gli altri» (vol. I, pp. 112-113).

La via medica verso Kant era in qualche modo tracciata in Italia.

Leggi tuttola longevità tra ricerca della felicità e igiene mentale

la sfida dell’oscurità

foto di Kantiana.Potrebbe sembrare una sfida improponibile quella di rendere Kant ancora più oscuro di quanto non sia. A Mantovani, primo traduttore in assoluto della Critica della ragione pura in una lingua moderna, riuscì di vincere questa sfida.

Ora il vero problema della ragione pura consiste nella dimanda: Come possano i principj sintetici presumersi o preconcepirsi?
Il non essere prima d’ora mai ricorso al pensiero di nessuno tal quisito, come nè tampoco il divario che passa tra i giudizi analitici ed i sintetici, è l’unico motivo, perchè anche fino ad ora la metafisica rimanesse in uno stato sì equivoco d’incertezza e di contraddizioni. (Critica della ragione pura, trad. V. Mantovani, tomo I, p. 247.

Leggi tuttola sfida dell’oscurità